domenica 4 novembre 2007

POesie

Chi di noi non ha mai scritto una poesia per amore, una sorta di lettera, nascosta in un cassetto, in un file, pronta per essere spedita , ma ferma, lì, da tempo, per tanti motivi o forse solo per paura.
Io, come molti, ne ho diverse, ma una in particolare mi piace, perchè forse essendo l'ultima , recente, ha ancora in sè il fantasma del sentimento con cui è stata scritta, e come un fantasma, aleggia irrequieta, in attesa che qualcosa o qualcuno gli possa dare la giusta pace, trovandogli la sua vera destinazione.
Scompare nella mente, ma improvvisamente, riappare come uno spirito a ricordare che la pace non è stata ancora raggiunta, il suo scopo non è stato ancora svolto, e forse mai lo sarà.
Per questo contunua ad attrarvi, non vorreste rileggerla, ma qualcosa vi spinge, ogni tanto, a farlo, trovandola purtroppo sempre attuale perchè nulla è cambiato da quando l'avete pensata, non ha raggiunto la destinazione per cui è stata scritta.
Ma purtroppo non potrò sciverne un altra finchè il fantasma di questa è presente, perciò continuerò a rileggerla fino a quando la cancellerò o la spedirò, ma ci vuole corraggio sia per un'azione che per l'altro, che fare?
Aspetterò, la fretta a volte fà agire avventatamente.....