venerdì 8 febbraio 2008

Pensieri meno, ma molto confusi

Pensieri ne ho effettivamente meno, meno brutti, ma molto, molto più confusi.
Si avvicina il fatidico 14 febbraio, per quanto cerchi di ignorarlo, negarlo, per quanto penso sia la classica festa comandata, la sensazione che mi porta questa data è strana, quest'anno più degli altri.
Rileggendo il mio post del 2007, buoni propositi, speranze non ho potuto fare a meno di notare che nulla è cambiato, solo la confusione è aumentata, più spensieratezza, sono successe molte cose da allora, ma non la più importante, quella maggiormente desiderata, speriamo nel 2009??
Un altro anno non porterà niente, lo sento, a meno di cambiare radicalmente le mie aspettative, il modo di pensare, ragionare, affrontare le cose, probabilmente sono a metà del mio cammino, previsione rosea di arrivare a 90 anni, ma ancora non mi è chiaro quello che voglio, coome lo voglio e cosa sono disposto a fare per averlo.
Ragionare a freddo è facile, è sul campo che si vincono le battaglie, non a tavolino ed io sul campo sono fragile, impacciato, mi manca l'atteggiamento da vincitore, forse perchè ho sempre vinto poco.
E allora dopo tempo che non ho scritto, cosa inusuale per me mi trovo a tirare un po di somme, ma il mio conto e sempre in rosso, sono sempre sotto alle aspettative, sarà che a volte l'ottimismo mi fa sperare in cose che non posso avere, ma poi arrivare a capire che poi effettivamente è il pessimismo a dettar legge, perchè più reale e certificato di altri sentimenti no è il massimo, soprattutto per me che mi considero ottimista, oppure è una bufgia che mi racconto, sono ottimista a pensare di essere ottimista???
Basterebbe poco, magari ascoltare persone amiche, consigli che mi sembrano sbagliati anche se so che li dovrei seguire alla lettera.
A volte la fretta mi ha fatto sbagliare, l'indolenza anche, indovinare la giusta velocità non è facile, quando corri gli altri frenano, quando freni tu gli altri corrono e allora è impossibile incontrarsi, e pensi: possibile che non ci becchi mai???
Ripeto, i pensieri sono meno, meno pesanti, ma molto, molto più confusi, e allora???
Scrivo e una parte li lascio qui, condivisi in modo che magari qualcuno una parte me la porta via..